link.png Intervista a Emanuele Giovanelli


Il Pilota in sella a Yamaha YFZ 450 del Team RZ SM Action racconta le proprie vicende agonistiche. Sempre sulla cresta dell’onda della classe regina del QuadCross Italiano, ora la seconda convocazione per la Maglia Azzurra. Nome e Cognome: Ema...

Il Pilota in sella a Yamaha YFZ 450 del Team RZ SM Action racconta le proprie vicende agonistiche.


Sempre sulla cresta dell’onda della classe regina del QuadCross Italiano, ora la seconda convocazione per la Maglia Azzurra.

Nome e Cognome: Emanuele Giovanelli
Soprannome: Giovà
Nato il/a: 10 Gennaio 1973 a Vignola (MO)
Risiedi a: Marano sul Panaro (MO)
Professione:venditore RZ Motor
Corri dal: 2008
Gareggi in sella a: Yamaha YFZ 450
Team: RZ SM Action
Moto Club di appartenenza: Migliori

GiovanelliGiovanelli-bagarre-Maglia AzzurraGiovanelli-Maglia Azzurra



Giovanelli-profilo

Aneddoti sulla prima volta in quad? La prima volta che ho provato un quad, dopo un giro di pista sono sceso e ho detto: “Ma voi siete matti!”. Poi invece…


Vittoria più prestigiosa o gara più entusiasmante alla quale hai partecipato?
Il risultato più prestigioso è sicuramente il titolo di Campione Italiano QuadCross che mi sono aggiudicato nel 2009. Un punto di arrivo e di inizio, nel senso che è un importante successo, ma anche uno stimolo a proseguire. E infatti eccomi ancora qui, a lottare nella classe regina, la QX1, e ad allenarmi per la seconda edizione della Maglia Azzurra.


A chi dedicheresti un ringraziamento?
A tutte le persone che mi sostengono e mi seguono in gara: il Team, la famiglia in particolar modo mia moglie.


Dove preferisci gareggiare: crossodromi, campi fettucciati o percorsi immersi nella natura?
Assolutamente crossodromo! E’ la mia grande passione…


Progetti motoristici per il futuro?
Mi auguro di proseguire a correre ancora a lungo. Ho sempre gareggiato nella mia vita, ho un carattere competitivo e su qualsiasi mezzo sono salito ho iniziato a far gare: l’atmosfera del paddock è quella che fa per me.


Sogno nel cassetto?
Vincere la Sfida delle Nazioni! E’ un sogno, perché gli avversari europei sono ancora molto forti…Noi Italiani stiamo crescendo, nel livello agonistico, nelle tattiche di gara, nel supporto che ci fornisce la FMI e sono certo che possiamo fare molto bene alla Maglia Azzurra che disputeremo a settembre.

Articolo a cura di Alessandra Manieri