link.png Intervista alla Squadra Nazionale 2010


Parola ai protagonisti della spedizione Maglia Azzurra in Slovacchia: Nicola Montalbini, Emanuele Giovanelli, Mattia Torraco. Intervista a Nicola Montalbini Ad un anno di distanza dalla Maglia Azzurra 2009 hai accumulato importanti esperienze ago...

Parola ai protagonisti della spedizione Maglia Azzurra in Slovacchia: Nicola Montalbini, Emanuele Giovanelli, Mattia Torraco.


Intervista a Nicola Montalbini



Ad un anno di distanza dalla Maglia Azzurra 2009 hai accumulato importanti esperienze agonistiche, anche all’estero, e molte vittorie. Chi è il Montalbini che vestirà la Maglia Azzurra 2010?

Un pilota più forte ed esperto: le cinque vittorie su cinque gare disputate nel Campionato Italiano QuadCross in corso mi danno la carica per puntare ancora più in alto, nel confronto con l’estero. A differenza dello scorso anno sto prendendo parte con costanza al Goldespeed EMX European Championship nel quale attualmente ricopro la settima posizione: è una grande soddisfazione perché sono lì a lottare tra i dieci piloti migliori del nostro continente; studiare le loro tattiche di gara e i circuiti oltre confine influisce nella mia crescita professionale. E poi la vittoria di Cingoli del 16 maggio, dove si è svolta la terza tappa dell’Europeo, non rappresenta solo il fiore all’occhiello della stagione, ma una potenzialità molto stimolante per me: nel crossodromo di casa ho messo dietro tutti!

Quali sono i cambiamenti apportati per la spedizione 2010 e sui quali punti per un risultato migliore?

Le manche da trenta minuti più due giri della Sfida delle Nazioni sono il vero osso duro da affrontare, perché sono esattamente il doppio in termini di durata rispetto alle manche disputate nell’Italiano…mi sto allenando intensamente per colmare proprio questo gap, già emerso lo scorso anno in Germania; anche la partecipazione alle prove europee, con manche da venticinque minuti più due giri, mi sta abituando alla resistenza. Per il resto, ho un ottimo feeling con il mezzo ed il team con cui corro quest’anno e sono altrettanto soddisfatto della formazione della nuova squadra nazionale: la new entry, Mattia Torraco, è un pilota in gamba e tenace e che guardando ai risultati (splendide scalate in classifica) promette molto bene!

Montalbini-2009




Intervista a Emanuele Giovanelli



Lo scorso anno eri in testa all’Italiano QuadCross, ma l’incidente alla scapola aveva influito nella preparazione fisica per la Maglia Azzurra: sei in forma per la prossima edizione?

Nel 2009 mi sono aggiudicato il titolo di Campione Italiano QuadCross nella QX1, ma la rottura della scapola a fine agosto ha influito nella preparazione fisica, elemento fondamentale per la Sfida delle Nazioni. Quest’anno mi sento molto più in forma ed anche i risultati lo attestano: ho guadagnato la seconda posizione dopo il velocissimo Montalbini in nove manche su dieci dell’Italiano, mentre lo scorso anno ero più altalenante. Corro in bicicletta e mi alleno anche con la moto da cross…insomma il fiato non manca e il quad va benissimo.



Hai già corso nel tracciato dove si svolgerà la gara della Sida delle Nazioni: quali sono le tue impressioni?

Sì, conosco molto bene il circuito: fondo duro, tracciato veloce con salite e discese lente, una pista che si adatta molto al nostro stile di guida. Certo, poi dovremo fare i conti con il terreno dissestato dal passaggio dei sidecar, ma a questo non possiamo far altro che abituarci.

Giovanelli-2009




Intervista a Mattia Torraco



Il 2010, primo anno della tua partecipazione al Campionato Italiano QuadCross, ha segnato un exploit di vittorie con la scalata in classifica della QX2 e anche all’Europeo sei cresciuto a livello agonistico. Ora è arrivata la convocazione alla Maglia Azzurra…qual è il segreto di tanto successo?

Mi sono allenato incessantemente tutto l’inverno, giravo da solo nelle piste da cross mettendo in pratica i preziosi consigli di Nicola, poi è arrivata la gara di apertura del Campionato Italiano QuadCross ed il primo podio è stata una sorpresa anche per me! Ho proseguito su quella che si era dimostrata la strada giusta, aggiudicandomi così la prima posizione nella classifica provvisoria della QX2: ora l’obiettivo è arrivare in testa a fine stagione! L’allenamento e la caparbietà mi stanno premiando anche all’Europeo: alla prima tappa in Olanda non sono riuscito a qualificarmi…a Cingoli ho guadagnato l’undicesima posizione su trenta partecipanti. La scalata all’Europeo è più ardua, ma la crescita progressiva è un ottimo stimolo, così proseguo ad allenarmi duramente saltando dal quad, alla moto, alla bici da corsa…La convocazione per la Maglia Azzurra era nell’aria, ma è una grande soddisfazione.

Quali difficoltà hai messo in conto di affrontare per la tua prima edizione Maglia Azzurra?

La resistenza: la partecipazione al Goldespeed EMX European Championship con delle manche quasi altrettanto lunghe mi ha già messo in guardia. Poi il terreno dissestato dai sidecar che è molto più difficile e faticoso da gestire. Conto però su una moto perfetta, cucita su misura e su ottimi compagni di squadra: più navigati di me, già passati per il Nazioni e velocissimi, mi sento in una botte di ferro.

Mattia-Torraco-ItalianoQuadcross


Obiettivi per la Sfida delle Nazioni 2010?



Montalbini: “Non parlo di vittoria, ma questa volta possiamo fare bene, stare tra i primi cinque. La squadra è la migliore che potevo sperare”.



Giovanelli: “Sono fiducioso, l’obiettivo è puntare in alto: bella la squadra e su misura la pista che ci attende”.



Torraco: “Sono carico, la moto e la squadra sono perfette. L’obiettivo è stupire ancora”.



Articolo di Alessandra Manieri