link.png Intervista a Mattia Torraco


Il Pilota in sella all’Honda TRX 490 del Team Cozzi racconta le proprie vicende agonistiche. Un inizio recente e subito la scalata in classifica: ora il duro allenamento e gli obiettivi chiari. Nome e Cognome: Mattia Torraco Soprannome: Tia Na...

Il Pilota in sella all’Honda TRX 490 del Team Cozzi racconta le proprie vicende agonistiche.


Un inizio recente e subito la scalata in classifica: ora il duro allenamento e gli obiettivi chiari.

Nome e Cognome: Mattia Torraco
Soprannome: Tia
Nato il/a: 20 Aprile 1984 a Borgomanero (NO)
Risiedi a: Borgomanero (NO)
Professione: Commerciante
Corri dal: 2008
Gareggi in sella a: Honda TRX 490
Team: Cozzi
Moto Club di appartenenza: Quadrupede Aprica

Mattia-Torraco-ItalianoQuadcrossTorraco-QuadcrossTorraco




Torraco-Mattia-profilo

Aneddoti sulla prima volta in quad? Mio papà aveva acquistato un 300cc automatico ex vigili urbani, io mi divertivo ad inseguire i mie compagni in giro per il mio paese con i lampeggianti accesi stile inseguimento dei “chips”! Quante risate!!!

Vittoria più prestigiosa o gara più entusiasmante alla quale hai partecipato?
La quarta prova del QuadCross disputata il 20 giugno mi ha portato la vittoria più emozionante del 2010 corso fino ad ora…ho vinto entrambe le manche, aggiudicandomi il primo gradino del podio con due vicende differenti ma allo stesso modo entusiasmanti! La prima manche sono saltato subito in testa mantenendo la posizione fino alla bandiera a scacchi, mentre nella seconda manche sono partito male dal cancelletto ritrovandomi settimo alla prima curva! Lì è iniziata la lotta, spremendo al limite le prestazioni della mia Honda per scavalcare uno ad uno gli avversari fino a scagliare l’attacco decisivo per il primo posto all'ultima curva!!!! Doppietta di vittorie e soddisfazioni! Anche la tappa successiva di Castellarano è stata entusiasmante, la seconda manche sono partito praticamente ultimo causa un contatto e arrivato primo!!!

A chi dedicheresti un ringraziamento?
A tutte le persone che mi sostengono e mi seguono in gara: Giuliano e il Team Cozzi, la mia famiglia, la mia ragazza che mi “sopporta” e Nicola ottimo compagno di squadra.

Dove preferisci gareggiare: crossodromi, campi fettucciati o percorsi immersi nella natura?
Ho iniziato gareggiando nei fettucciati, un’esperienza costruttiva e divertente; ora sono passato ai crossodromi dove la velocità e le difficoltà legate ai sali e scendi si adattano di più ad un agonismo più impegnativo ed entusiasmante.

Progetti motoristici per il futuro?
Per il momento punto ad aggiudicarmi il titolo della QX2, sarebbe un grande risultato, per essere il primo anno nel Cross, poi di lavoro da fare ce n’è tanto: il passaggio nella classe regina del QuadCross Italiano, la crescita nel Campionato Europeo…

Sogno nel cassetto?
Vincere il Pont De Vaux! Sarebbe il Top insieme al successo nel Trofeo delle Nazioni...

Articolo a cura di Alessandra Manieri