link.png 1^ Quad Cross a Salmour - Cronaca e classifiche


Una manifestazione davvero bella ha inaugurato il Campionato Italiano Quad Cross: tre categorie schierate al via, l'Elite la Sport e la Veteran, con una cinquantina di piloti partecipanti ed una nuova pista che è piaciuta molto, grazie all'im...

Quadcross-Salmour-1

Una manifestazione davvero bella ha inaugurato il Campionato Italiano Quad Cross: tre categorie schierate al via, l'Elite la Sport e la Veteran, con una cinquantina di piloti partecipanti ed una nuova pista che è piaciuta molto, grazie all'impegno estremo del Moto Club Pistons Valley, che ha posto rimedio egregiamente all'inconveniente maltempo, che ha reso la pista inagibile fino a pochi giorni precedenti alla gara. Bravissimi quindi, oltre che appassionati, Roberto, Rita ed Andrea Gazzola i gestori del Salmour Offroad Park, e tecnica e divertente la pista, a detta dei piloti stessi. Come sempre preziosissima la collaborazione dei membri del Comitato Quad, la presenza del main sponsor DWT, della fotografa e camerawoman ufficiale Nadia, che ci farà rivivere le emozioni di gara con i videoweb ed i 26 minuti su AUTOMOTO TV .

Podio internazionale nella classe regina, l'Elite, con l'oro conquistato dall'italiano Nicola Montalbini (Team Speedboys – TM), seguito dal francese Yoann Ciclet (Team Comas Motos – Suzuki) ed il portoghese Joao Vale (Team Cozzi Motor – Honda). Montalbini ci ha regalato due manche agguerrite, da vero 'toro' quale è il suo soprannome, nonostante la costola incrinata all'Italian Baja ed il nuovo quad con motore TM da sperimentare: in gara 1 parte male, in settima posizione, e recupera fino al secondo posto con cui taglia il traguardo, dopo un duello serrato con il francese, che supera solo a due giri dalla fine; in gara 2 Montalbini è subito secondo ancora dietro Ciclet, che tallona per sei giri quando, dopo aver fallito un primo sorpasso che lo stava facendo uscire di traiettoria, riesce al giro successivo a superarlo nella stessa curva, aggiudicandosi la prima posizione. Nicola poi allunga prendendo la bandiera a scacchi con un vantaggio di 4.1 secondi. Bravissimo il giovane Vale, 16 anni, che ha dominato gara 1 dal secondo all'ultimo giro, guadagnando un distacco di ben 17.6 secondi e viaggiando con un passo costante che solo dopo l'8 giro supera il muro dei due minuti, contando sull'ottimo vantaggio da amministrare; in gara 2 Vale rimane fermo alla partenza ed inizia uno strepitoso recupero fino alla quinta posizione finale ed, ironia della sorte, chiude proprio a 17.2 secondi da Montalbini. Ottime due gare di Yoann Ciclet, entrambe disputate nel gruppo in testa, con una partenza perfetta in gara 2 dove ha mantenuto la prima posizione fino al sesto giro, regalando emozionanti bagarre con l'italiano. Performance degna di nota degli italiani appena dietro il podio: Emanuele Giovanelli (Team SM Action - Yamaha), quarto di giornata, ha fatto scintille in gara 2 dove è risalito fino alla terza posizione, guidando con la forza esplosiva e l'esperienza che lo contraddistingue; quinto nella generale Andrea Jr Cesari (Team Tity & Amarenas - KTM), purtroppo dolorante per l'incidente avuto il sabato in prove libere, ma che ha dimostrato carattere portando a termine entrambe le manche. Tornati in forma Filippo Rondinini (Gfg Action - KTM) e Simone Mastronardi (Team SM Action - Yamaha), entrambi di recente convalescenza a causa di infortuni in gara, rispettivamente al sesto e settimo posto di giornata, e protagonisti di un'entusiasmante battaglia quad a quad in gara 1.


Numerosa la categoria Sport, con venti piloti al cancelletto e tanta agonismo dal gruppo in testa alle retrovie. Fabio Marchionni (KTM) si aggiudica una doppietta di vittorie, Nicolas Agosti (Team Cozzi - Honda) è secondo di giornata con due secondi posti e Matteo Del Bono (Team Galizzi – Can Am) terzo nella generale. Marchionni, vincitore della classe esordienti QX5 del Quad Cross 2012, ha dimostrato di poter dominare la nuova categoria Sport, costituita dalla fusione della QX2 e QX5: dunque un salto di qualità per il pilota marchigiano protagonista di due vittorie schiaccianti in gara 1 e 2, entrambe concluse con circa una decina di secondi di vantaggio. Splendide manche quelle di Nicolas Agosti: sarebbe stato un vero peccato se il giovane Nicolas si fosse ritirato dall'agonismo, scelta che aveva preso in considerazione come ci ha raccontato lui stesso, considerando la performance che ha messo in campo nonostante la ruggine invernale. In gara 1 Agosti ha condotto la manche al secondo e terzo giro e poi ha difeso il secondo posto da un velocissimo Bruni Graziano (Suzuki) che lo ha tallonato chiudendo ad un secondo di distacco; in gara 2 Agosti ha riconquistato la seconda posizione dopo un duello agguerrito ed un sorpasso al compagno di squadra Riccardo Varaldo (Team Cozzi - Honda), il quale quest'ultimo ha condotto una gara brillante e promettente per la stagione appena iniziata. Chiude entrambe le gare costante nella top five Matteo Del Bono, al quinto anno con il Team Galizzi, che sia in gara 1 che in gara 2 ha lottato con Mario Cinotti (entrambi in Can Am): il pilota del Team Caronna l'ha spuntata per meno di un secondo alla prima manche, mentre in gara 2 si sono invertiti le posizioni. Ottime gare di Loris Versaci (Suzuki) due volte sesto e vistosamente cresciuto nello stile di guida e l'approccio ai salti. Peccato per gli incidenti accorsi al velocissimo Davide Galli (Team Galizzi – Can Am), caduto in entrambe le manche fortunatamente senza gravi conseguenze e sfortunato anche Rodolfo Salustri che partito bene in gara 2 si è dovuto fermare al primo giro per un guasto tecnico; da segnalare la presenza in categoria del francese Djimmy Richard (Yamaha), in dodicesima posizione di giornata.


La categoria Veteran si è aperta con il dominio di Cristian Pinoli (KTM), vincitore della stessa categoria del Quad Cross 2012: Cristian, che lo scorso anno ha vinto sette gare su sette, ha inaugurato la stagione 2013 con due primi posti in gara 1 e 2, pur dichiarando di essere fuori allenamento. Se nella prima manche Pinoli è fuggito in testa tagliando la bandiera a scacchi con 10 secondi di vantaggio, in gara 2 ha dovuto strappare la prima posizione a Denis Rossetto (KTM), il quale partito davanti ha condotto quasi metà gara ed ha chiuso a meno di due secondi dal primo. Splendide manche quelle di Denis, che ha apprezzato il circuito e si è aggiudicato due secondi posti: in gara 1 il pilota MGM è partito terzo ed ha dovuto aspettare due giri per superare Maurizio Bianchi (Team Cozzi - Honda), che colto dalla stanchezza ha iniziato a retrocedere dalla seconda alla quarta posizione; d'altro canto le traiettorie ben definite della pista non facilitavano i sorpassi. Terzo di giornata l'altro portacolori del Team MGM, Tiziano Sette (Yamaha), che ha difeso il terzo gradino del podio dagli attacchi di Maurizio Bianchi e Maurizio Arrighi (SM Action - KTM) (rispettivamente quarto e quindi nella generale) ed ha rincorso il duo in testa, accusando la fatica per mancanza di allenamento in crossodromo: i due compagni di squadra, Rossetto e Sette, si sono così scambiati l'ordine di classifica nelle due gare ravvicinate di Montese e Salmour. Hanno chiuso la categoria Davide Gigli (Team Caronna – Can Am) e Giuseppe Donati (Honda).


Scarica qui le Classifiche della 1^ prova Quad Cross a Salmour.


Comunicato Stampa N. 31/2013
Alessandra Manieri
Resp. Stampa Comitato Quad FMI