link.png Comunque vada sarà un successo.


“COMUNQUE VADA, SARA’ UN SUCCESSO” Ormai è ora. Mancano davvero pochissimi giorni all’appuntamento “quaddistico” più importante d’Europa: il Quadcross delle Nazioni. E mentre sul tracciato march...

“COMUNQUE VADA, SARA’ UN SUCCESSO”

Ormai è ora. Mancano davvero pochissimi giorni all’appuntamento “quaddistico” più importante d’Europa: il Quadcross delle Nazioni. E mentre sul tracciato marchigiano di Cingoli si stanno ultimando i preparativi per accogliere le squadre provenienti da ogni angolo del vecchio continente, Antonio Assirelli, coordinatore del Comitato Quad FMI, proprio come un generale in testa alle truppe, suona la carica. Poche parole, ma dense di significato, pronunciate con sincerità e con un unico obiettivo: caricare i nostri sei piloti e allo stesso tempo ringraziare tutti coloro che hanno reso e renderanno questo evento, a prescindere dal risultato che otterrà la nostra compagine, un successo senza precedenti. L’unione fa la forza, e questa sarà l’occasione giusta per dimostrarlo. A tutti.



IMG_7879



Allora Antonio, ci siamo, tra poco più di 72 ore si accenderanno i motori in quel di Cingoli, che aria si respira prima di quello che è, in questo 2013, l’appuntamento senza dubbio più importante per il quad tricolore?

“E’ inutile nasconderlo, l’atmosfera è molto calda, abbiamo grandi aspettative ma ci tengo a precisare  che mai come quest’anno tutto il gruppo riunito sotto il tendone tricolore farà del gioco di squadra la sua arma vincente. Tanto le gioie quanto i dolori saranno quindi condivisi dal gruppo, amalgamare i sei piloti che ci rappresenteranno con lo staff tecnico siamo certi sia la chiave d’interpretazione giusta per  conseguire in manifestazioni di questo genere le soddisfazioni che la disciplina del quad merita”.



Copertina-ridimensiona




Quali sono le aspettative e  le speranze per le nostre due formazioni in gara?


“Trattandosi di una gara tutti noi, io in primis, ci auguriamo di fare un’ottima figura, senza dimenticarci che dietro al cancelletto di partenza saranno schierati avversari fortissimi e che la fortuna, quella che ci ha abbandonato nelle ultime due edizioni, come al solito riveste un ruolo fondamentale. Ribadisco il concetto che per noi è molto importante, visto che corriamo in casa, uscirne a testa alta, qualunque sia il risultato, le nostre due formazioni, per noi sono alla pari, ci aspettiamo tanto da tutti, poi che arrivi il risultato o meno, l’importante è chiudere il week end con onore!”

Cingoli, circuito di casa, Italia, paese organizzatore, una splendida vetrina per il Comitato Quad FMI!

“Proprio così, visto che siamo il paese organizzatore abbiamo avuto il privilegio di vederci assegnato il primo terrazzo paddock, per intenderci quello più vicino ai cancelli di partenza, lì abbiamo fissato la base di Casa Italia, il punto di ritrovo per piloti, staff e stampa, un angolo di pace dove potremmo affrontare e risolvere tutte le problematiche del caso e tenere i briefing tecnici e sportivi, mentre nello spazio adiacente saranno dislocate le strutture racing vere e proprie dei nostri sei alfieri”.

Facciamo il punto della stagione quad 2013.

“Il bilancio di quest’annata non può che essere positivo, certo dobbiamo ancora lavorare moltissimo per aumentare le presenze sui campi gara di tutte le discipline, comunque nonostante la crisi i numeri sono stati almeno mantenuti e il Comitato Quad FMI ha svolto davvero un ottimo lavoro. Per il 2014 sono già al vaglio nuove soluzioni per promuovere questo sport e non nascondo che abbiamo in serbo tante idee, tutte atte a migliorare questo nostro mondo dei quad. Per chiudere vorrei esprimere la mia soddisfazione ringraziando di cuore i piloti, i meccanici e lo staff del Comitato Quad FMI che si sono impegnati a fondo per dare vita a quella che sarà una grandissima manifestazione, essere il coordinatore di questa disciplina, lo dico con il cuore, è davvero un immenso piacere, e a prescindere dal risultato finale, sarà stato comunque un grande successo esserci!”.

 

per l'ufficio stampa del Comitato Quad


Filippo Mingardi