link.png 50 piloti alla prima di Endurance a Montelupo


Podio Coppie FX.JPGLa prima prova di Campionato Endurance Quad FMI è andata in scena ieri a Montelupo Fiorentino (Fi) con la regia dell'Empoli Racing e della Two Double Speed Racing ed è stata un successo. 50 i piloti presenti a questo primo atto di uno spettacolo unico che ha richiamato al via tutti i migliori piloti della disciplina del Racing Quad.

20 marzo 2017 – Simone Mastronardi è stato il mattatore della giornata, nonostante la domenica fosse davvero cominciata nel peggiore dei modi per il romano. Nelle prove di qualifica il campione italiano non era neanche riuscito ad effettuare un giro perchè il motore del suo Yamaha aveva ceduto ma per fortuna l'amico e compagno di squadra, Christopher Fulgeri aveva una testa di ricambio e gliel'ha prontamente ceduta permettendo a Mastronardi di prendere il via della gara, dall'ultima posizione dello schieramento. Alla partenza, in stile Le Mans, Mastronardi è stato il più veloce ed è riuscito a risalire già solo in quel momento oltre metà schieramento, ritrovandosi quarto in pista e, dopo soli due giri, in prima posizione. La battaglia più bella l'ha combattuta con Silvano Grola e Marco Sabbadini capaci di tenere testa al romano, ma abbastanza scaltri da decidere di non tenere il ritmo del romano fino alla fine, visto anche che correvano per una categoria diversa. A dare del filo da torcere ai due piloti del Moto Club Sebino hanno provato dapprima Fulgeri-Arrighi, velocissimi ma rallentati poi da ben tre forature, e Galizzi-Delbono che hanno vissuto un'ultima fase della gara da film dell'orrore, fra forature, rotture, e corse a piedi per riportare il trasponder al compagno di squadra. Fulgeri-Arrighi su Yamaha hanno conquistato il secondo posto nella classifica a coppie FX e Galizzi-Delbono sono saliti sul terzo gradino del podio.
Nella marathon invece il secondo posto va al veneto Eddy Ghizzo (Suzuki) che ha saputo stringere i denti, cosi come aveva fatto anche Silvano Grola (Honda), nonostante le mani ormai distrutte dalle vesciche, e salire sul podio di una delle specialità che più gli piacciono. Alle sue spalle al terzo posto, Efrem Morelli, pilota paraplegico del team Garpez, amante delle gare di durata che è riuscito a chiudere la gara con una sola sosta ai box “e solo perchè era obbligatorio da regolamento fermarsi almeno una volta” ha spiegato a fine gara il pilota di Cremona che avrebbe potuto correre no-stop per due ore consecutive.
Nella categoria automatici Aldo Lami e Marco Giusti a bordo del Can Am Renegade di Lami hanno dato spettacolo e al toscano Giusti è bastata una mezz'oretta per capire come domare un mezzo che guidava per la prima volta; hanno vinto battendo gli esperti Scafoletti-Bazzoffi (Kawasaki) tornati a correre dopo una pausa di qualche anno.
Nella JF250 hanno gareggiato i giovanissimi Massimiliano Moro e Marta Gerotti vincitori della prima tappa della stagione, mentre i 4 Pulcini al via hanno dato spettacolo in mezzo ad una serie di colpi di scena incredibili: Marco Salustri nelle prove di qualifica spezzava l'assale posteriore e perdeva una ruota restando a piedi, mentre Andrea Zucca mentre era in piena gara e stava guidando la classifica ha rotto il pistone. Nella categoria Pulcini Esordienti ha vinto Riccardo Lami mentre la debuttante Carlotta Moro ha chiuso seconda.