link.png Cingoli, campionato italiano aspettando il Nazioni 2017


locandina cingoliSarà l'anteprima italiana.
La terza prova di Campionato Italiano Quadcross e Sidecarcross a Cingoli, domenica 18 giugno sarà una sorta di prova generale, in attesa del grande evento 2017, e cioè la Sfida delle Nazioni che si correrà al Tittoni di Cingoli, il 22, 23 e 24 settembre.

La regia sarà come sempre affidata alle sapienti mani di Luigi Ciattaglia e del suo Moto Club 'Fagioli' che da anni si prodiga per le specialità del Quadcross e del Sidecarcross.
I due Campionati italiani si ritrovano per la terza prova in uno dei crossodromi 'classici' che in questi mesi sta ospitando non solo i piloti italiani ma anche i team stranieri che scendono in Italia per allenarsi sulla bella pista marchigiana.
L'appuntamento di Cingoli richiamerà al via, come accade da diversi anni, anche i piloti stranieri, in particolare inglesi, scozzesi e irlandesi per la quarta edizione del Memorial Connors Smith che anche quest'anno si terrà nell'ambito della gara dell'italiano, con la presenza del papà del pilota scomparso nel 2013. Proprio per gli ospiti stranieri, anche quest'anno, la sera del sabato verrà organizzata una cena, in circuito a cui potranno partecipare tutti i presenti. Basta prenotare una volta arrivati in pista e con 15 euro si avrà primo, secondo, contorno, acqua, vino e caffè. 
Oltre 12 al momento gli equipaggi stranieri iscritti, insieme agli italiani che in questi mesi hanno dato vita ad un bellissimo campionato.
Nella Elite Andrea Cesari (Yamaha) guida la classifica 2017 con un vantaggio di 21 punti su Simone Mastronardi (Yamaha) : il romano cerca il riscatto su una delle piste che più ama e dopo la vittoria di una manche al Santa Rita vuole tentare la doppietta sulla pista che poi ospiterà il Nazioni. Alle spalle di Mastronardi la battaglia sarà accesissima visto che sia Amerigo Ventura (Yamaha) sia Mario Cinotti (Can Am) si trovano entrambi a quota 71 punti.
Distacchi molto contenuti nella Sport con un Paolo Galizzi (Can Am) attualmente in testa alla classifica con un totale di 77 punti e due vittorie di manche nelle due gare precedenti. Alle sue spalle Majcol Porracin (Kawasaki) con 68 punti, solo 4 in più rispetto a Patrick Turrini (Yamaha) attualmente terzo.
Arriverà a Cingoli dalla capitale Rodolfo Salustri (Ktm), leader della classifica Veteran con un vantaggio che sembra impossibile da recuperare: dopo quattro vittorie consecutive in quattro manches di gara Salustri ha ben 103 punti il che significa ben 57 lunghezze in più rispetto ad Emilio Nelli che non sarà presente nelle Marche per l'incidente in gara di qualche settimana fa, dal quale si sta ancora riprendendo.
Alessandro Fontanazzi (Suzuki) e Davide Gigli (Ktm) assenti in Toscana potrebbero quindi tentare la scalata della classifica così come Marco Giusti che in classifica si trova parimerito con Gigli.
La JF250 saldamente nelle mani di Mattia Venturini (Can Am) rivedrà in pista i giovanissimi della specialità, nel tentativo di frenare o magari rallentare la corsa del bravo pilota bresciano che guida la classifica con 100 punti esatti, contro i 46 di Filippo Goria (Ktm), secondo e i 36 degli altri tre inseguitori, tutti con lo stesso punteggio: Umberto Caronna (Can Am), Massimiliano Moro (Yamaha) e Paolo Bellante (TM).
Accanto ai campioni del Quadcross, gli assi italiani del Sidecarcross che mai come quest'anno stanno combattendo per la supremazia in un campionato davvero incandescente. Zeno Compalati e Lemuel Ravera, reduci da una recente trasferta mondiale guidano al momento la classifica con nove punti di margine sul duo Lasagna-Mencaroni che dopo aver vinto la prima prova 2017 oggi vedono assottigliarsi il loro vantaggio. In terza posizione infatti, Pozzi Ceresa si trovano ad un solo punto di distanza e di sicuro a Cingoli tenteranno il tutto per tutto per agguantare il secondo posto nell'italiano su una pista che ha sempre fatto classifica per i sidecar negli ultimi anni.
Sabato pomeriggio, dopo le prove libere, i piloti si ritroveranno per le operazioni preliminari a cominciare dalle 18 e fino alle 19,30. Domenica mattina ancora spazio alle verifiche, dalle 7,30 alle 8,30,  poi il via alle gare, dopo il briefing, con le qualifiche e poi le due manche che culmineranno nella Supercampione che per la prima volta vedrà al via anche dei piloti stranieri.