link.png Gli eroi dell'Endurance 2017


mariana enduranceIn una giornata fortemente caratterizzata dal maltempo a Mariana Mantovana si è svolta la seconda prova 2017 di Campionato Endurance Quad FMI organizzata dal Moto Club Galizzi Racer e dal gruppo Racing Off Road.

Solo le verifiche si sono svolte con un cielo quasi sereno, ma non appena il primo quad ha messo le ruote in pista per le prove di qualifica si è scatenato l'inferno con pioggia e vento abbattutisi sui concorrenti.
33 i quad in pista, oltre a 6 Utv per i quali questa gara valeva per il Campionato SidebySide 2017 FMI.
Il terreno di gara in pochi minuti è diventato una fangaia incredibile e più di qualche pilota è stato costretto a fermarsi con problemi alla cinghia o comunque al proprio mezzo. Qualcuno ha riparato preparandosi a partire poi per la manche di gara, altri hanno preferito ritirarsi e tornare a casa per non danneggiare ulteriormente il proprio veicolo.
Fra loro ad avere vita durissima sono stati ovviamente i Pulcini che con i loro piccoli quad non riuscivano davvero ad andare avanti in mezzo al fango e così mentre Andrea Zucca e Carlotta Moro davano forfeit dopo le qualifiche, Ricky Lami e Nicolò Moro provavano a sfidarsi ma il quad di Lami si rompeva durante il semplice schieramento di partenza, nell'impossibilità di muoversi dal tanto fango. A quel punto Moro sportivamente si ritirava, dimostrando un grandissimo fair play e soprattutto rispetto degli avversari e la categoria Pulcini rientrava da Mariana Mantovana con zero punti complessivi.
Anche qualche 'grande' dava forfeit al termine delle qualifiche e il direttore di gara convocava un briefing per confermare ai presenti che la gara si sarebbe svolta, ma con una riduzione del tempo della prova del 50 %: così facendo i quad avrebbero corso per un'ora al posto delle due previste e gli Utv per mezz'ora invece dell'ora prevista.
Sotto una pioggia scrosciante la partenza dei quad è avvenuta non come previsto dal regolamento, ma uno alla volta ogni cinque secondi e anche in questo modo scollare il proprio mezzo dal fango non è stato semplice. 8 le coppie in pista mentre per la Marathon il solo Eddy Ghizzo ha accettato la sfida e si è presentato in partenza con il suo Suzuki. E' stato lui quindi il vincitore della gara in solitaria mentre i più veloci nelle coppie si sono rivelati Paolo Galizzi, il primo a scendere in pista dei due, e Matteo Del Bono che sono riusciti a chiudere ben 19 giri su un terreno impossibile. Alle loro spalle l'automatico di Aldo Lami e Marco Giusti, che con 17 giri si sono confermati vincitori della classe degli automatici, laddove Galizzi-Del Bono avevano vinto la categoria a marce. Terza posizione assoluta per i due romani, Massimo Bazzoffi e Massimo Scafoletti, secondi sul podio della categoria Automatici. Il podio 'a marce' vede al secondo posto Gatti-Agnelli e al terzo Campani-Cabassi.
Negli UTV vittoria schiacciante del velocissimo Duilio Lonardi che ha chiuso 11 giri vincendo la sua classe UTV 3 e battendo Massimo Pedretti, primo di UTV2, secondo assoluto e Giampiero Bianchi, primo di UTV 1 e terzo assoluto.  Ultima prova fra quindici giorni a Bottanuco (Bg).