Sidecar Cross

 

Immagine 4.jpgIl Sidecar cross è una disciplina ancora oggi poco conosciuta" in Italia. Nacque nella vicina Inghilterra negli anni '50 e si allargò poi nel resto d'Europa intorno agli anni Sessanta per approdare poi in Italia con la FMI dal 1971 al 1991. Poi sparì, per quasi 20 anni visti i numeri esigui dei piloti che correvanoin questa disciplina, e ricomparve poi nel 2008 con un Trofeo sotto l’egida dell’ente di promozione sportiva UISP, per passare poi, pochi anni dopo, alla FMI con un campionato Italiano nel 2011 con gare abbinate al Cross Epoca e poi dal 2014 con gare abbinate ai quad.

Fabrizio Tani che ha tracciato questo excursus storico è un appassionato da sempre di fuoristrada ex "pilota" di Cross e Regolarità, umile cadetto negli anni giovanili - primi anni 70 - e poi praticante delle stesse specialità in versione Epoca fino ai primi anni 90. In ultimo Tani è diventato responsabile in FMI del settore cross-epoca ed esaminatore di specialità ruoli dai quali si è dimesso nell'Aprile del 2012. La militanza nel settore di Tani è durata quasi vent'anni, da quando cioè lo chiamò Massimo Mita per aiutarlo, nell'allora Commissione Moto d'Epoca, nella gestione del settore epoca con particolare riferimento al fuoristrada.

Un periodo bellissimo di cui Tani va orgoglioso perchè è stato proprio lui a far nascere dal nulla il settore Cross Epoca contribuendo anche ad incrementare e far crescere il settore Regolarità e Trial (queste due ultime specialità già comunque attive in Lombardia e Piemonte come il Trofeo Regolarità Revival ecc...). La sua ultima soddisfazione in ordine di tempo è di aver riportato dopo 20 anni di assenza in FMI il sidecarcross,  moderno e d'epoca.

Racconta Tani : “I sidecarcross li ho voluti io in FMI nel 2011 (essendomi letteralmente "innamorato" di questa disciplina !!) inserendoli nel gruppo del Cross Epoca per me così vicino per l'artigianalità dei mezzi e per la stessa tipologia di piste afferenti. Successivamente, dopo 3 stagioni che hanno visto l'evolversi della situazione in senso positivo sia come numero di partecipanti, sia come interesse suscitato nel pubblico e nei Moto Club organizzatori è stato abbandonato l'abbinamento con il settore del Cross Epoca che era per i sidecar limitante anche per ragioni logistiche, dato che i sidecar sono una attività moderna e in espansione. Nel 2014 i sidecarcross sono stati inglobati in FMI con i quad coordinati da Antonio Assirelli: in questo modo hanno usufruito di una organizzazione più vivace e ricca di prospettive di sviluppo”.
E aggiunge “Dal 2015 all’interno del Comitato FMI Quad coordinato sempre dal superattivo Antonio Assirelli è stato costituito un gruppo di lavoro sidecarcross composto dal sottoscritto e da Giuseppe Corsini e Fabio Righi. Abbiamo tanti progetti per l’anno 2015: dalla formazione di un calendario di prove che coinvolgeranno i migliori Crossdromi nazionali dalla partecipazione a gare europee, dalla promozione della disciplina con eventi dimostrativi,presenza a fiere e mostre,ecc…”